L’elegante vetrina, progettata dall’Architetto Giorgio Graviani nel 2002, è stata eseguita nel 2004 nel laboratorio guidato da Riccardo Morando e Alessio Sgotti.

Essa sintetizza perfettamente in sé i tre valori alla base delle logiche costruttive A&R Progetti: protezione, valorizzazione, conservazione.

La teca è di tipo ”a parete”, classificabile come “attiva” per il controllo microclimatico, è costituita da due elementi fondamentali: il corpo centrale mobile e le pannellature laterali fisse. Il tutto è stato realizzato con tubolari e lamiere in acciaio verniciate a polveri epossipoliesteri, il forte spessore delle lamiere esplicita il carattere solido e massiccio dell’espositore.

Il corpo centrale mobile è suddiviso anch’esso in due elementi: il basamento che accoglie gli apparati tecnici utili alla climatizzazione, gli allarmi e le fonti d’illuminazione, e il vano espositivo che accoglie l’opera, presentando un fondale rivestito in tessuto a forma svasata. Il vetro che protegge l’opera è di tipo stratificato, cioè un doppio strato di vetro con pellicola di sicurezza in polivinilbutirrale, extrachiaro ed antiriflesso.

I parametri ambientali ottimali per la corretta conservazione sono molto rigidi, trattandosi di un’opera composta da elementi organici di diversa natura quali legno, strato pittorico a olio e velature.

L’unità di controllo per l’umidità lavora in continuo consentendo di mantenere costante il valore dell’umidità all’interno del vano espositivo. All’interno di un cassetto comunicante con il vano espositivo sono presenti inoltre due datalogger per le registrazioni dei dati di umidità e temperatura, così da poter incrociare i dati ed ottenere un valore medio più preciso ed affidabile.

Anche il sistema di illuminazione è dotato dei massimi accorgimenti conservativi: un sensore di presenza posto alla base della teca permette lo spegnimento dell’impianto in assenza di visitatori, i corpi illuminanti a fibra ottica azzerano totalmente l’apporto di calore all’interno del vano espositivo, infine, grazie ad appositi potenziometri, è possibile calibrare perfettamente il livello di illuminamento.

Attualmente A&R prosegue la propria attività di manutenzione ordinaria della vetrina, provvedendo al perfetto funzionamento dell’unità di regolazione umidità, così come al funzionamento ottimale dell’illuminazione.